AMBULATORIO DEL PIANTO E DEL SORRISO

© Olivia Bina

Concetto

Durante le prime settimane o i primi mesi con il bambino possono esserci dei momenti in cui come genitori ci sentiamo impotenti, confusi o esausti.

La gravidanza, il parto e i primi mesi spesso non sono come avevamo desiderato e non raramente le giornate sono marcate dalla paura, dal pianto inconsolabile del bambino o dal suo sonno interrotto, inquieto e poco profondo. Il neonato piange e si lagna per ore, è irrequieto. Non si lascia calmare con le coccole o con l’allattamento. Le preoccupazioni sul suo sviluppo e la stanchezza minano spesso profondamente le risorse dei genitori.

In queste situazioni la gestione quotidiana di un neonato può essere molto faticosa nonostante l’immensa gioia che si prova.

Con l’aumento della tensione e dello stress si crea un circolo vizioso di insicurezza interiore, aumenta l’impotenza e la stanchezza.  I genitori non riescono più a leggere i segnali del bimbo. Sopraffatti e stanchi perdono il legame con se stessi e contemporaneamente anche il contatto spontaneo con il proprio bambino.

Per questo quando ti senti emotivamente intrappolato con il tuo bambino in un vicolo cieco  il Pronto Soccorso Emozionale di Eva Reich ti aiuta a superare momenti di disperazione e perdita di orientamento, permettendoti di comprendere quanto avviene e rispondere meglio al linguaggio espressivo del tuo bambino, superando positivamente le crisi di sviluppo.

Nell’Ambulatorio del Pianto e del Sorriso del Centro Studi Eva Reich puoi trovare uno spazio di consulenza, di cura o di terapia per superare la crisi, nel riconoscimento del tuo bisogno e delle tue risorse e costruire un legame amorevole con il tuo bambino.

L’Ambulatorio del Pianto e del Sorriso offre aiuto:

  • A tutti i genitori che vogliono creare un buon inizio di vita e un’unione ricca d’amore con il nascituro
  • Alla donna e alla coppia durante la gravidanza in caso di sentimenti ambivalenti, paure o situazioni difficili
  • Con neonati e bambini irrequieti, tesi e che piangono spesso, e ai loro genitori sfiniti
  • Con neonati e genitori che hanno vissuto esperienze troppo forti durante la gravidanza, alla nascita, e nel corso dei primi mesi di vita ( ad esempio parti prematuri, nascite con taglio cesareo, manovra kristeller, episiotomie, separazione precoce, medicalizzazioni e interventi chirurgici)
  • Con neonati e bambini che hanno problemi di sonno e di allattamento
  • Con bambini che non mostrano interesse verso il mondo circostante
  • Con genitori che sentono sentimenti di disperazione e impotenza durante queste crisi
  • Con genitori che sentono impulsi violenti verso il loro bambino o che tendono a comportamenti maltrattanti
  • Con genitori si sento sopraffatti ed esausti
  • Genitori che hanno perso un figlio
  • Coppie in crisi dopo la nascita del proprio bambino

Corsi di formazione

advertisement advertisement

Contatto

340.2796389
info@centrostudievareich.com

Seguici

Beatrice Casavecchia

Psicologa | Orgonoterapeuta |Assistente Sociale

beatricecasavecchia@gmail.com
info@centrostudievareich.com

Iscriviti alla nostra newsletter

5 + 11 =

Webdesign da Christian Korff

Contatto

340.2796389
info@centrostudievareich.com

Seguici

Beatrice Casavecchia

Psicologa | Orgonoterapeuta |Assistente Sociale

beatricecasavecchia@gmail.com
info@centrostudievareich.com

Iscriviti alla nostra newsletter

14 + 13 =

Webdesign da Christian Korff

Pin It on Pinterest

Share This