Beatrice Casavecchia

Psicologa | Orgonoterapeuta |Assistente Sociale

Mi chiamo Beatrice Casavecchia, sono psicologa, orgonoterapeuta reichiana, terapeuta di Bioenergetica Dolce di Eva Reich e assistente sociale.  Sono nata ad Ancona il 7 agosto 1963.

Nel 1992 ho conseguito la Specializzazione quadriennale in Orgonoterapia, Vegetoterapia Carattero Analitica alla Scuola Europea di Orgonomia di Roma( S.E.Or.), discutendo la tesi “Memoria Orgonoplasmatica”

Nel percorso di specializzazione in psicoterapia sono stata allieva del neuropsichiatra Federico Navarro, pioniere del movimento reichiano in Italia, di Genovino Ferri, presidente della Società Italiana di Analisi Reichiana e di Roberto Sassone, un antesignano del primo movimento reichiano in Italia.

Ho conseguito l’Abilitazione alla professione di Psicologa nel 2000 e sono iscritta all’Albo Nazionale degli Psicologi al n.5691.

Ho svolto la mia formazione in Bioenergetica Dolce di Eva Reich dal 1998 al 2007 presso il Centro Studi Eva Reich di Roma formandomi con Silja Wendelstadt, con la quale ho organizzato a Pistoia nel 1999, con la eccezionale partecipazione di Eva Reich, il Convegno Internazionale Ecologia Della Nascita: Contatto Bioemozionale per la prevenzione delle patologie e la promozione della salute in gravidanza, parto ed esogestazione.

Ho collaborato dal 2006 al 2011 con Silja Wendelstadt coadiuvandola nella conduzione dei corsi di formazione al Centro Studi Eva Reich di Roma,  in cui mi sono formata con lei come trainer e didatta.

Nel 2007 ho completato la formazione in Pronto Soccorso Emozionale ( 2000-2007), trainer specialistico certificato da Thomas Harms  del Zentrum fur Primare Prävention und Korper-psychotherapie, ZEPP di Brema,  e da Silja Wendelstadt del Centro Studi Eva Reich Onlus.

Mi sono formata con Will Davis in Functional Analysis dal 2000 al 2002con Ebba Boyesen in Biodynamic Psycologie dal 2014 al 2016.

Ho frequentato dal 2014 al 2015 la formazione in PBC, Psicoterapia Breve Carattero-analitica, con Xavier Serrano, Direttore dell’ES.TE.R.  Escuela Espanola de Terapia Reichiana presso l’Istituto Reich di Roma.

Frequento i seminari di supervisione clinico-analitica reichiana con il Dott. Genovino Ferri, presidente SIAR.

Grazie a Roberto Sassone, che è stato mio analista e didatta alla Scuola di Specializzazione, ho conosciuto e pratico dal 1988 lo Yoga Integrale di Sri Aurobindo e Mère, apprendendo con lui  il metodo di Meditazione Integrale nella sua proposta di Self Mindfulness. Questa formazione personale informa anche il mio approccio terapeutico e professionale.  

Per desiderio e volontà di Silja Wendelstadt dal 2008 sono direttrice e didatta del Centro Studi Eva Reich di Ancona.

Ho organizzato, diretto ed insegnato in numerosi Corsi di Formazione accreditati in ECM, Educazione Continua in Medicina  del Ministero della Salute, rivolti a medici, psicologi, ostetriche e personale infermieristico (Asl Pistoia e Pescia, Asur Area Nord, Ospedale ad Alta Specializzazione Pediatrica Salesi, Ospedale Policlinico Umberto I° di Roma, Asur Marche Area Vasta 1), presso il Consultorio La Famiglia di Grosseto, e sono stata docente co-relatrice in collaborazione esterna presso l’Università La Sapienza di Roma, Facoltà di Medicina e Chirurgia I°, Corso di Laurea in Infermieristica Pediatrica.

Ho pubblicato con Mimesis Editore, Milano 2015:

Nascere Umani. Continuare Reich per i bambini del futuro.

Con  Edizioni  Andromeda, Bologna 2000, all’interno della collana Guide alla Salute:

Tatto, Contatto, Comunicazione, In-formazione, Cam-biamento: una ricerca verso alcune riflessioni;

Profilassi vegetoterapeutica in gravidanza, parto, esogestazione per la prevenzione dell’armatura temperocaratteriale e la promozione della salute nella diade gestazionale.

Su http://www.Academia.org e disponibili anche presso il Centro di Documentazione del Centro Studi Eva Reich,  si possono trovare questi miei articoli:

Bonding ed autoregolazione bioenergetica: effetti della bioenergetica dolce nell’azione di regolazione del sistema nervoso autonomo;

Glow & Flow e Teoria Polivagale di S. Porges. Bioenergetica Dolce di Eva Reich e regolazione affettiva perinatale;

Il Principio di Stimolo Minimo nelle dinamiche dell’organismo vivente e nei processi autopoietici di autoregolazione bioenergetica, bonding ed embodiment; relazione presentata al 15° Congresso Internazionale “The Embodied Self in a dis-Embodied Society” organizzato da EABP European Association for Body Psychotherapy svolto ad Atene dal 13 al 16 ottobre 2016.

Sono madre di tre figli, due dei quali nati a casa e anche nonna, per ora, di due nipoti.

Esercito privatamente ad Osimo (AN) Tel. 3402796389

Le persone che mi hanno insegnato tanto.

Da adulta, durante la mia crescita personale e professionale, in particolare mi hanno accompagnato e fatto da guida:

Eva Reich

Silja Wendelstadt

Roberto Sassone

Federico Navarro

Genovino Ferri

Will Davis

Thomas Harms

Emilio Del Giudice

Margherita Tosi

Luisa Della Morte

i miei figli, Matteo, Celia e Cosimo.

 

 Da loro ho imparato tanto e sentito consapevolmente come

  • il bonding sia un processo bioenergetico con il quale, nel rispetto del minimo stimolo, possiamo lavorare bioenergeticamente, anche da adulti;
  • sia anche mia l’aspirazione del cuore di essere una Doula Bioenergetica, una persona che  sostiene e cura il processo bioemozionale della vita e della relazione energetica tra mamma e bambino e di formare persone che possano esserlo;
  • i processi consapevoli di coscienza possono avvenire solo nella presenza di una connessione autentica al centro psichico ed energetico del cuore;
  • nel corso del mio cammino sia necessario coltivare tre U: umorismo, umiltà, umanità; 
  • la relazione stessa è in sé un biosistema vivente, con il proprio campo energetico, i suoi tratti caratteristici e il suo potenziale evolutivo;
  • nella profondità della connessione nel corpo è presente una funzione bioenergetica originaria, intatta ed integra, capace di autorganizzarsi in maniera funzionale alla vita
  • sia fondamentale imparare a rallentare fin quasi dove il tempo sembra espandersi e dissolversi e coltivare l’esserci piuttosto che il fare, soprattutto per saldare un ponte con i neonati.
  • in questo processo biopsichico del rallentare scoprire il vuoto come l’insieme dei campi di tutte le possibilità emergenti.
  • nella nostra realtà attuale agiscono e premono inconscie, le ferite aperte, i traumi e le questioni irrisolte dei nostri predecessori e queste in tutti modi possibili attraggono ciascuno di noi ad un processo di guarigione trans generazionale.

Beatrice Casavecchia

Psicologa | Orgonoterapeuta |Assistente Sociale

Mi chiamo Beatrice Casavecchia, sono psicologa, orgonoterapeuta reichiana, terapeuta di Bioenergetica Dolce di Eva Reich e assistente sociale.  Sono nata ad Ancona il 7 agosto 1963.

Nel 1992 ho conseguito la Specializzazione quadriennale in Orgonoterapia, Vegetoterapia Carattero Analitica alla Scuola Europea di Orgonomia di Roma( S.E.Or.), discutendo la tesi “Memoria Orgonoplasmatica”

Nel percorso di specializzazione in psicoterapia sono stata allieva del neuropsichiatra Federico Navarro, pioniere del movimento reichiano in Italia, di Genovino Ferri, presidente della Società Italiana di Analisi Reichiana e di Roberto Sassone, un antesignano del primo movimento reichiano in Italia.

Ho conseguito l’Abilitazione alla professione di Psicologa nel 2000 e sono iscritta all’Albo Nazionale degli Psicologi al n.5691.

Ho svolto la mia formazione in Bioenergetica Dolce di Eva Reich dal 1998 al 2007 presso il Centro Studi Eva Reich di Roma formandomi con Silja Wendelstadt, con la quale ho organizzato a Pistoia nel 1999, con la eccezionale partecipazione di Eva Reich, il Convegno Internazionale Ecologia Della Nascita: Contatto Bioemozionale per la prevenzione delle patologie e la promozione della salute in gravidanza, parto ed esogestazione.

Ho collaborato dal 2006 al 2011 con Silja Wendelstadt coadiuvandola nella conduzione dei corsi di formazione al Centro Studi Eva Reich di Roma,  in cui mi sono formata con lei come trainer e didatta.

Nel 2007 ho completato la formazione in Pronto Soccorso Emozionale ( 2000-2007), trainer specialistico certificato da Thomas Harms  del Zentrum fur Primare Prävention und Korper-psychotherapie, ZEPP di Brema,  e da Silja Wendelstadt del Centro Studi Eva Reich Onlus.

Mi sono formata con Will Davis in Functional Analysis dal 2000 al 2002con Ebba Boyesen in Biodynamic Psycologie dal 2014 al 2016.

Ho frequentato dal 2014 al 2015 la formazione in PBC, Psicoterapia Breve Carattero-analitica, con Xavier Serrano, Direttore dell’ES.TE.R.  Escuela Espanola de Terapia Reichiana presso l’Istituto Reich di Roma.

Frequento i seminari di supervisione clinico-analitica reichiana con il Dott. Genovino Ferri, presidente SIAR.

Grazie a Roberto Sassone, che è stato mio analista didatta alla Scuola di Specializzazione, ho conosciuto e pratico dal 1988 lo Yoga Integrale di Sri Aurobindo e Mère, apprendendo con lui  il metodo di Meditazione Integrale nella sua proposta di Self Mindfulness. Ho partecipato, e ancora seguo appena posso, anche a numerosi Laboratori di Coscienza integrale del Corpo, gruppi in cui Roberto Sassone propone un’integrazione olistica di psicoterapia corporea e di Meditazione Integrale. Questa formazione personale informa anche il mio approccio terapeutico e professionale.  

Per desiderio e volontà di Silja Wendelstadt dal 2008 sono direttrice e didatta del Centro Studi Eva Reich di Ancona.

Ho organizzato, diretto ed insegnato in numerosi Corsi di Formazione accreditati in ECM, Educazione Continua in Medicina  del Ministero della Salute, rivolti a medici, psicologi, ostetriche e personale infermieristico (Asl Pistoia e Pescia, Asur Area Nord, Ospedale ad Alta Specializzazione Pediatrica Salesi, Ospedale Policlinico Umberto I° di Roma, Asur Marche Area Vasta 1), presso il Consultorio La Famiglia di Grosseto, e sono stata docente co-relatrice in collaborazione esterna presso l’Università La Sapienza di Roma, Facoltà di Medicina e Chirurgia I°, Corso di Laurea in Infermieristica Pediatrica.

Ho pubblicato con Mimesis Editore, Milano 2015:

Nascere Umani. Continuare Reich per i bambini del futuro.

Con  Edizioni  Andromeda, Bologna 2000, all’interno della collana Guide alla Salute:

Tatto, Contatto, Comunicazione, In-formazione, Cam-biamento: una ricerca verso alcune riflessioni;

Profilassi vegetoterapeutica in gravidanza, parto, esogestazione per la prevenzione dell’armatura temperocaratteriale e la promozione della salute nella diade gestazionale.

Su http://www.Academia.org e disponibili anche presso il Centro di Documentazione del Centro Studi Eva Reich,  si possono trovare questi miei articoli:

Bonding ed autoregolazione bioenergetica: effetti della bioenergetica dolce nell’azione di regolazione del sistema nervoso autonomo;

Glow & Flow e Teoria Polivagale di S. Porges. Bioenergetica Dolce di Eva Reich e regolazione affettiva perinatale;

Il Principio di Stimolo Minimo nelle dinamiche dell’organismo vivente e nei processi autopoietici di autoregolazione bioenergetica, bonding ed embodiment; relazione presentata al 15° Congresso Internazionale “The Embodied Self in a dis-Embodied Society” organizzato da EABP European Association for Body Psychotherapy svolto ad Atene dal 13 al 16 ottobre 2016.

Sono madre di tre figli, due dei quali nati a casa e anche nonna, per ora, di due nipoti.

Esercito privatamente ad Osimo (AN) Tel. 3402796389

Le persone che mi hanno insegnato tanto.

Da adulta, durante la mia crescita personale e professionale, in particolare mi hanno accompagnato e fatto da guida:

Eva Reich

Silja Wendelstadt

Roberto Sassone

Federico Navarro

Genovino Ferri

Will Davis

Thomas Harms

Emilio Del Giudice

Margherita Tosi

Luisa Della Morte

i miei figli, Matteo, Celia e Cosimo.

 

 Da loro ho imparato tanto e sentito consapevolmente come

  • il bonding sia un processo bioenergetico con il quale, nel rispetto del minimo stimolo, possiamo lavorare bioenergeticamente, anche da adulti;
  • sia anche mia l’aspirazione del cuore di essere una Doula Bioenergetica, una persona che  sostiene e cura il processo bioemozionale della vita e della relazione energetica tra mamma e bambino e di formare persone che possano esserlo;
  • i processi consapevoli di coscienza possono avvenire solo nella presenza di una connessione autentica al centro psichico ed energetico del cuore;
  • nel corso del mio cammino sia necessario coltivare tre U: umorismo, umiltà, umanità; 
  • la relazione stessa è in sé un biosistema vivente, con il proprio campo energetico, i suoi tratti caratteristici e il suo potenziale evolutivo;
  • nella profondità della connessione nel corpo è presente una funzione bioenergetica originaria, intatta ed integra, capace di autorganizzarsi in maniera funzionale alla vita
  • sia fondamentale imparare a rallentare fin quasi dove il tempo sembra espandersi e dissolversi e coltivare l’esserci piuttosto che il fare, soprattutto per saldare un ponte con i neonati.
  • in questo processo biopsichico del rallentare scoprire il vuoto come l’insieme dei campi di tutte le possibilità emergenti.
  • nella nostra realtà attuale agiscono e premono inconscie, le ferite aperte, i traumi e le questioni irrisolte dei nostri predecessori e queste in tutti modi possibili attraggono ciascuno di noi ad un processo di guarigione trans generazionale.

Pin It on Pinterest

Share This